Google Snapseed

Google Snapseed

Negli ultimi anni si sono moltiplicati gli approcci al mondo della fotografia come mai era accaduto in passato. Escludendo il fenomeno Polaroid, che ha avuto un inizio e una fine come uso di massa, il primo avvicinamento è stato dato dalle macchine fotografiche compatte. Tuttavia l’uso di queste macchine non ha avuto un boom di uso quanto piuttosto di vendita. Perché?

Il motivo del successo

Per introdurre il successo di applicazioni come Snapseed (applicazione appena acquistata da Google e prossima all’inserimento in Google+) e per capire le eventuali ripercussioni sul mondo della fotografia, possiamo partire chiedendoci perché la Polaroid ha avuto più successo di uso di massa rispetto alla macchine a pellicola. Uno dei motivi sta nell’immediatezza del risultato: vedo una scena, o metto in posa un momento, scatto e vedo il risultato. Non c’è tempo tra l’una e l’altra cosa, solo l’attesa di veder spuntare l’immagine sul supporto. Anche per il digitale è così e tale importanza di primo piano nel mostrare la foto, più che altre fasi dall’archiviazione alla stampa, è evidenziata dal fatto che spesso le foto si portano in giro per anni sulla macchinetta digitale o nella memoria del cellulare. In modo similare per ciò che concerne la condivisione ha avuto successo l’uso dello scanner: lo scanner nasce come strumento da ufficio ma ad un certo punto – forse anche per questioni di marketing ma non molto – è approdato in tutte le famiglie per scansionare immagini di famiglia da archiviare poi sempre condivise sui social network o in serate in compagnia.

Considerazioni sulle App in fotografia

Necessariamente in coda a questi eventi, anche perché hanno dovuto attendere la diffusione massiccia degli smartphone, sono arrivati gli applicativi che consentono di scattare foto dal cellulare tipo smartphone, aggiungere note e commenti e condividere all’istante. Valgono per Snapseed le considerazioni fatte per Instagram in “Come Instagram sta cambiando la fotografia”. Le immagini colte al volo difficilmente potranno sostituire la fotografia come arte: si tratta pur sempre di un mezzo. Certo questi applicativi avvicinano molte più persone all’immagine e se ora le foto sono storte non è per errore, l’uso dei fuori fuoco è voluto così come ipersaturazione o desaturazione dei colori. Rimane che se un utente ha l’occhio e la mente per scattare foto con un’anima lo potrà fare anche da questo mezzo, ma se non ce l’ha difficilmente l’acquisirà con questo applicativo. E’ possibile che qualcuno scopra di volerne sapere di più e partendo, magari da giovane in erba, dagli applicativi, decida di dedicarsi alla fotografia nel proprio futuro professionale. Certo è anche che l’abitudine dei nostri occhi alle immagini almeno un poco studiate fa in modo di alzare il livello di qualità, così come accadrebbe per la scrittura se tutti iniziassero a leggere testi di buon livello: e questo non potrebbe che essere un bene.

Cos’è Google Snapseed

Snapseed è un applicativo fotografico per, Desktop, iPhone, iPad e Android che consente la modifica delle immagini – o anche di sole parti di essa – e l’applicazione di effetti e note. Fotografo, trasformo, taglio, applico effetti e condivido. Il tutto con facilità estrema rispetto al buon livello dei risultati. Occupa circa 20 MB di memoria sul telefono e ne viene sottolineato dagli utenti l’uso intuitivo del touch. Su 3.372 recensioni, la media di gradimento è di 4.8/5: altissima. Viene sottolineata la differenza con le altre applicazioni, ovvero la condivisibilità più veloce su Google+ che sugli altri social network, ma questo è scusato perché il prodotto è di Google.

Snapseed: Editare immagini.

Infine …
In merito a quanto argomentato sopra non c’è da sorprendersi se nell’uso di Google Snapseed i termini più utilizzati sono facilità, condivisione, divertimento e straordinarietà dell’immagine. Si condivide ad effetto, mostrando la propria creatività che si profila seguendo i binari indicati dalle App. Non è un male: piano piano chi veramente è interessato al mondo delle immagini potrà scoprire di avere un vero talento. Non è un caso che siano nati concorsi per foto da smartphone anche organizzati da club di fotografia!

[youtube IFH-FqQlIWo 580]

Il tuo parere?

Lascia un commento